PROTOCOLLO DI KYOTO

Il Protocollo di Kyoto è un trattato internazionale che stabilisce precisi obiettivi per i tagli delle emissioni di gas responsabili del surriscaldamento del Pianeta. Si fonda sulla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC), firmata a Rio de Janeiro nel 1992 durante lo storico Summit sulla Terra.

Il nucleo del Protocollo consiste nel vincolo legale dei limiti d’emissione per i Paesi industrializzati, che si impegnano a ridurre la loro emissione complessiva dei gas serra del 5,2% rispetto alle emissioni del 1990, per il primo periodo d’impegno stabilito nel quinquennio 2008-2012.

Per promuovere un’efficiente mitigazione dei cambiamenti climatici, dando la possibilità ai Paesi di ridurre le emissioni o aumentare i meccanismi di rimozione dei gas serra dall’atmosfera su territori esteri, il Protocollo ha introdotto tre meccanismi innovativi.

  • Joint Implementation (JI): implementazione di progetti che riducono le emissioni o incrementano gli assorbimenti per mezzo di sink in Paesi industrializzati diversi dal proprio
  • Clean Development Mechanism (CDM): sviluppo di progetti che riducono le emissioni o incrementano gli assorbimenti per mezzo di sink realizzati in Paesi in via di sviluppo
  • International Emissions Trading (ET): possibilità di commerciare parte delle quote di emissione assegnate a ciascun Paese allo scopo di raggiungere gli obiettivi di riduzione stabiliti

Secondo il Protocollo di Kyoto, inoltre, i Paesi devono predisporre progetti di protezione dei boschi, delle foreste e dei terreni agricoli, in quanto sono carbon sink, cioè serbatoi che assorbono anidride carbonica. I Paesi possono guadagnare carbon credit aiutando i Paesi in via di sviluppo a evitare emissioni inquinanti ed esportando tecnologie pulite. Ogni Paese è tenuto anche a realizzare un sistema nazionale per la stima delle emissioni gassose e a mettere a punto un sistema globale per compensarle.

Approfondimenti

Il costo del ritardo sugli obiettivi di Kyoto Leggi

L’azione dell’Unione Europea contro i cambiamenti climatici Leggi